I migliori templi della Thailandia

In Thailandia ci sono migliaia di templi buddisti con caratteristiche architettoniche, statue, ornamenti e disegni che li rendono unici. I templi buddisti locali sono un segno di tradizione, rispetto, isolamento e opulenza. Ecco alcuni di quelli che vale la pena visitare.

Wat Rong Khun

Nel nord della Thailandia, nella catena montuosa che separa il paese dal Laos e dal Myanmar, si trova il tempio di Wat Rong Khun, il ‘Tempio Bianco’, un luogo dove sia i buddisti che gli indù si riuniscono per il culto. Questo tempio non è solo incredibile per la sua struttura e il suo design, ma perché l’intero edificio è dipinto di bianco.

Il suggestivo colore bianco rappresenta la purezza del Buddha, mentre i cristalli che lo circondano rappresentano la sua illuminazione. Dopo aver attraversato il ponte per entrare nel tempio e aver ammirato la mostra d’arte, si può iniziare a capire il percorso di sacrificio che deve essere percorso per raggiungere lo stato di nirvana. Questo tempio è stato aperto ai visitatori nel 1997, ma mancano ancora molti anni al suo completamento, poiché si prevede che diventi un grande complesso di nove edifici.

Casa del Grande Buddha

La più grande attrazione del tempio Wat Muang non si trova all’interno delle sue mura, ma è il gigantesco Buddha di 92 metri, la statua più alta della Thailandia e la nona del mondo. Il tempio si trova ai piedi di una collina nella provincia di Ang Thong, nella zona centrale del paese. Fatto di cemento e dipinto d’oro, il Buddha sorridente può essere visto da chilometri di distanza. Ogni anno, i visitatori percorrono la scalinata e si riuniscono per toccare i polpastrelli della statua del Buddha mentre ammirano le enormi dimensioni della scultura.

Wat Pa Phu Kon

Se potessi volare, apprezzeresti i tetti dei diversi edifici del Wat Pa Phu Kon, un tempio buddista blu come il cielo.

Questo è il tempio più impressionante della regione Isan, nel nord-ovest del paese. È stato costruito di recente, tra il 2010 e il 2013, su richiesta di un monaco buddista che cercava un modo per proteggere la preziosa foresta dopo un disastro ecologico negli anni ’80. Nel tempio centrale si trova l’immagine di un Buddha reclinato in marmo di Carrara, circondato da 22 immagini incise in rame che ritraggono vari momenti della sua vita.

Wat Roi Phra Phutthabat Phu Manorom

Nella provincia di Mukdahan, a nord-est del paese, non lontano dal fiume Mekong, si trova il tempio di Wat Roi Phra Phutthabat Phu Manorom, dove si trova una gigantesca statua di Buddha di 60 metri, con un’altezza totale di 84 metri dalla base alla cima.

È certamente uno spettacolo, ma i visitatori sono soprattutto affascinati dalla statua gigante del Naga: un serpente guardiano lungo 122 metri che raggiunge i 20 metri di altezza, le cui squame blu e verdi brillano al sole. Sotto il piedistallo del tempio, che è ancora in costruzione, è conservata una replica dell’impronta del piede di Buddha in pietra arenaria.

Il santuario della verità

L’ultimo dei templi è un edificio che, anche se tecnicamente non è un tempio, merita certamente di essere in questa lista poiché è la costruzione in legno più alta del paese, e forse anche del mondo.

Il Santuario della Verità si trova a Pattaya, sulla costa orientale del Golfo di Thailandia. La costruzione in legno è alta 100 metri e, fedele al concetto buddista che tutto è in continuo cambiamento, il santuario è stato in costruzione per quasi 40 anni e continua dal 2021.

I visitatori troveranno molte figure della tradizione tailandese, indiana, indù, buddista e cinese, tra cui sirene, elefanti, draghi, angeli e demoni. L’intero luogo è costruito con tecniche tradizionali, quindi non sono stati usati chiodi per tenere le travi al loro posto. Gli ornamenti cinesi, indiani, khmer e thailandesi creano un affascinante sincretismo religioso nell’architettura del santuario.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web