Cosa fare appena sei arrivato in Islanda

Sei appena arrivato in Islanda e non sai cosa fare? Ebbene, uno dei modi migliori per vedere l’Islanda è il trekking. In questo modo riuscirai a godere di viste di eccezionali e bellissimi paesaggi islandesi. La totale lontananza e il paesaggio maestoso rendono l’isolato Hornstrandir una destinazione fantastica per gli escursionisti appassionati. Una volta che hai visto le remote colline coperte di neve e le scogliere della costa di Snæ allaströnd, avrai un’idea di ciò che si trova immediatamente a nord. Una penisola di terra a forma di artiglio, delimitata dal Jökul rðir ords a sud e dal Mar di Groenlandia a nord, e collegata al resto dei Fiordi occidentali da uno stretto collo di terra largo solo 6 km, Hornstrandir rappresenta l’ultimo angolo di terreno inospitale dell’Islanda dove si è almeno tentato di abitare – gli ultimi insediamenti qui sono stati abbandonati negli anni ’50 a causa del clima rigido – e la sua costa è la più magnifica del paese.

Un secondo consiglio è quello di guardare lo Strokkur che erutta a Geysir, da cui prendono il nome tutti i geyser. Visibili da molti chilometri di distanza come una coltre di vapore che sale sopra le pianure, le sorgenti calde dell’area termale di Geysir sgorgano su un pendio erboso ai piedi di Bjarnfell, costellato di piscine circolari in cima a monticelli grigi e intrisi di minerali. L’area è attiva da migliaia di anni, ma le posizioni delle sorgenti si sono periodicamente spostate a causa delle fessure geologiche che si aprono o si chiudono; le attuali sorgenti sono apparse dopo un terremoto del XIII secolo.

Un’altra attrazione imperdibile quando arrivi in Islanda è l’osservazione delle balene a Húsavík. Nonostante la ripresa della caccia commerciale alle balene nel 2006, i banchi di balene al largo di Húsavík rimangono numerosi e le possibilità di vederne qualcuna sono buone. Delfini, focene e balene minke di medie dimensioni sono gli incontri più frequenti, con le megattere molto più grandi al secondo posto; queste sono identificate da lunghe pinne e dalla loro abitudine di “brecciare” – facendo spettacolari salti fuori dall’acqua. Le balene dall’aspetto simile sono i prossimi candidati più probabili, con avvistamenti più rari di colossali balene blu, orche e capodogli dalla testa quadrata.

Infine, un’attrazione impagabile è l’aurora boreale. Grazie alla sua posizione settentrionale, l’Islanda è un luogo ideale per vedere l’Aurora Boreale. Prendi uno dei tour speciali che operano da Reykjavík e preparati a rimanere stupito. Il periodo migliore per vedere l’aurora boreale è di solito tra ottobre e marzo, e uno dei modi migliori per vederla è fare una gita in barca dal porto di Reykjavík, che ti permetterà di allontanarti dalle luci della città.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web