Turismo Firenze in crescita del 2%

firenzeStando a quanto affermano gli ultimi dati pubblicati dall’Ufficio Statistica della Città Metropolitana di Firenze, il turismo si è confermato come uno dei principali traini dell’economia del territorio. In particolare, durante il primo semestre del 2016, facendo un confronto con lo stesso periodo del 2015, si è registrato un incremento globale delle presenze del +1,96 per cento, per un totale di 6.198.493 unità. Si noti, in merito, come ad essere in crescita siano stati sia i turisti stranieri (+1,98 per cento) che quelli italiani (+1,92 per cento).

Per quanto concerne le destinazioni preferite, la Città Metropolitana è sicuramente la destinazione privilegiata dagli americani, che sfiorano da soli le 740 mila presenze; a seguire troviamo i turisti provenienti da Germania, Regno Unito, Francia, Cina, Spagna, Giappone, Olanda, Brasile e Australia, per un totale di 4.344.381 turisti stranieri, a fronte di 1.854.112 italiani (in buona parte rappresentati da quelli provenienti dalla Lombardia, dal Lazio e dalla Toscana). In termini di calendario, la maggiore presenza si è registrata a giugno, con quasi 858 mila turisti, mentre a febbraio è stato toccato il minimo, con 561 mila turisti.

“Se scomponiamo i dati tenendo conto delle varie zone della Città Metropolitana – spiega Angelo Bassi, consigliere delegato al Turismo della Metrocittà. – Firenze è al primo posto assoluto di presenze, con quasi 4 milioni e mezzo di turisti. Al secondo posto l’area fiorentina, fortemente influenzata dalla vicinanza con il capoluogo. Seguono l’Empolese-Valdelsa, il Valdarno, il Mugello e la Montagna Fiorentina. In tutte queste aree si registra una prevalenza di turisti stranieri, fatta eccezione per il Mugello dove gli italiani sono quasi l’8% in più, risultando anche la meta preferita dai toscani”.Per quanto concerne le altre aree, la Cina è prima nell’area Fiorentina e nella Montagna Fiorentina, mentre la Germania è prima nell’Empolese Valdelsa. L’Olanda è prima nel Valdarno.

Per quanto infine riguarda il dato di raffronto tra la preferenza nei confronti di strutture alberghiere ed extralberghiere, nella Città Metropolitana le prime sono sicuramente quelle più ricercate, mentre nel Chianti si registra un trend opposto, con il 73% dei turisti che preferiscono strutture extralberghiere, per una percentuale che sale all’80% nell’empolese e all’84% nel Valdarno.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web