Hong Kong Peak

Luoghi del mondo: alla scoperta di Hong Kong

Hong Kong
Hong Kong

Hong Kong è una delle due regioni amministrative a statuto speciale appartenenti alla Repubblica popolare cinese (l’altra è Macao). Il suo nome (dal cinese Xiānggǎng) ha un significato particolare, ovvero “porto profumato”.

La città è situata sulla costa meridionale della Cina ed è composta da 7 milioni di abitanti.

Hong Kong è formata da quattro zone principali: a sud troviamo l’Hong Kong Island, a nord la penisola di Kowloon, i New Territories si estendono verso la Cina continentale (posta ancora più a Nord di Kowloon), e poi troviamo le 234 isole esterne.

Ciò che rende Hong Kong unica nel suo genere è, forse, la sua costruzione: la città, infatti, è sorta su terre sottratte al mare. Ecco perchè negli ultimi 40 anni la superficie della città è aumentata del 7%.

Ma cosa si deve visitare ad Hong Kong? In realtà, i luoghi sono tanti, e tutti imperdibili: ecco, a questo proposito, una mini guida dettagliata.

Hong Kong: i luoghi da visitare

La prima meta è ciò che rende Hong Kong imperdibile: stiamo parlando del Peak, ovvero il punto più elevato di Hong Kong Island.

Hong Kong Peak
Hong Kong Peak

Da sempre considerato il quartiere residenziale per eccellenza, il Peak è sicuramente la zona più bella ed affascinante dove vivere, ma anche la più cara.

L’unico mezzo di trasporto che vi servirà è il Peak Tram. La vetta più alta (il Victoria Peak) si trova a circa 500 m a nord-ovest del terminal del Peak Tram. Nella zona circostante è possibile fare una passeggiata nel verde.

Sul terminale del Peak Tram, poi, si staglia la Peak Tower, ovvero un edificio composto da 7 piani a forma di incudine che ospita negozi, ristoranti e la sede del celebre museo delle cere di Madame Tussaud.

Se avete la possibilità di girare, vi consigliamo di recarvi sull’isola di Lantau: è grande quasi il doppio rispetto ad Hong Kong, ed è scarsamente popolata.

Molte delle isole esterne, infatti, hanno una popolazione limitata e per questo vengono considerate mete di svago o relax.

Più della metà di Lantau è un parco a cielo aperto, e non a caso qui si trova la statua del Buddha (all’aperto) più grossa al mondo: giungere in questi luoghi vi rilasserà, e sarete in pace con voi stessi (almeno per qualche ora!).

Non solo tradizione e innovazione ad Hong Kong, ma anche tanta natura: l’Hong Kong Park, ad esempio, è uno dei parchi naturali più strani al mondo. E’ stato progettato, infatti, in modo del tutto innaturale, con cascate finte, sale giochi, musei.

La sua principale caratteristica, però, si chiama Edward Youde Aviary: si tratta di di una voliera composta da oltre 150 specie di uccelli diverse.

Infine, non potete non provare lo Star Ferry: è composta da una piccola flotta di imbarcazioni (dai nomi disparati). La traversata dura circa 9 minuti e va da Kowloon a Central: un modo romantico per passare la propria serata.

Hong Kong: cosa e dove mangiare

La maggior parte dei ristoranti cinesi cucina piatti tipici della zona, e la cucina cantonese è sicuramente quella più popolare ad Hong Kong. Tuttavia, in giro potreste trovare le famose specialità Chiu Chow di Shangai: quest’ultima utilizza molto aglio nei suoi piatti, oltre che a sale, aceto, salse, carne di oca e pesce.

La cucina cantonese, invece, predilige la carne appena macellata (maiale e pollo tra tutti), e il pesce fresco.

Oltre al calssico riso, potete optare per i ravioli e i noodles. Tuttavia, se la cucina occidentale vi manca disperatamente, ad Hong Kong (in zona Central) potete trovare i tipici piatti europei, come le salsicce e le lasagne.

Insomma, vivere una vacanza ad Hong Kong significa vivere all’insegna della tradizione, della cultura cinese, ma anche dell’innovazione e del futuro.

Non resta che prenotare un biglietto, e respirare a pieni polmoni quanta più aria orientale possibile.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web