lisbona

Lisbona, tour di tre giorni

lisbonaSe avete progettato di visitare Lisbona ma avete solo 3 giorni, potete costruire un itinerario ideale per riuscire a goderla intensamente nei suoi angoli più remoti.

Lisbona è una città molto ambita e consigliata come una delle mete più rinomate d’Europa. Si mostra particolarmente affascinante per i suoi colori, la luce che la caratterizza e che ne restituisce una luminosità diffusa, per questo anche chiamata la “città della luce”.

Il giro turistico di Lisbona parte dal quartiere ‘Baxia’, detta anche ‘Baixa Pombalina’, si trova nella parte bassa della cittài.

Il quartiere di Baixa, che si estende dalla riva del Tago fino alla piazza del Rossio, si trova al centro di due colline, tra i quartieri dell’Alfama e il Bairro Alto.

Lo stile ‘matematico’ della zona, suddivisa in grandi vie che incrociano vicoli e traverse più piccoli conferisce un aspetto molto particolare a tutta l’area. Baixa è un quartiere molto vivace di Lisbona, non per niente qui si trovano aziende, banche, negozi alla moda, ristoranti, bar.

La via principale, Rua Augusta, è una strada pedonale e lastricata di sanpietrini bianchi e neri, che porta a ‘Praça do Comercio’, che si trova lungo la sponda del Tago ed è il fulcro della città, la più grande piazza d’Europa, attualmente sede di installazioni artistiche temporanee, e dove un tempo approdavano le navi cariche di merci e oro. Presenza imponente nella piazza colpisce la maestosità dell’Arco Da Bandeira, che si rifa agli archi trionfali di epoca romana, che riporta personaggi di lustro che hanno fatto la storia. Molto caratteristica anche la fontana di Dom Josè che si trova proprio al centro della piazza.

Alla fine di Rua Augusta potete vedere l’Elevador de Santa Justa, l’imponente Ascensore che conduce sino alle rovine della Chiesa del Carmo.

Proseguendo fino alla fine della strada si arriva al ‘Rossio’, una zona molto frequentata dai cittadini, dai turisti di passaggio, e dagli artisti, intellettuali e cittadini.

In realtà la piazza si chiama ‘Praca Dom Pedro IV’. Rossio è un nome utilizzato dai cittadini per indicare “la grande piazza”.


Una caratteristica particolare di questa piazza è la sua pavimentazione a onda (chiamata ‘mar largo’) nello stile tipico di Lisbona, oltre alla meravigliosa statua di ‘Dom Pedro IV’.

Pietre bianche e nere rendono così affascinante questa pavimentazione costruita dai detenuti del Castello de Sao Jorge.

A proposito di questo monumento, il castello è l’emblema di Lisbona, che merita sicuramente una visita per la vista che regala dall’alto.

Al castello si arriva salendo su per delle strade piccole e strette, ma una volta raggiunta la meta potremo godere dello spettacolo dal belvedere dell’antica residenza reale, costruita dai Visigoti.

Lungo il percorso fino al Castello incontriamo anche la Cattedrale, da ammirare il bel rosone sulle due torri campanarie, Miradouro di Santa Luzia e Porta Do Sol.

Riscendendo dabbasso lungo il pendio arriviamo in uno quartieri più antichi della città, Alfama, il quartiere “moro”.
Qui è possibile apprezzare la vera e buona cucina tipica portoghese. Approfittatene!

Proseguendo in direzione nord, si arriva a Praça dos Restaudarodes e all’Avenida de Libertade, una strada molto elegante, dove un tempo si riuniva la nobiltà locale. Al giorno d’oggi vi si possono trovare ristoranti e alberghi di lusso.

Una visita merita anche la stazione di Cais do Sodrè da dove partono le barche per Cacilhas, una località dove potrete trovare tantissimi locali tipici. Ma il tour in barca è consigliato perché offre una visita panoramica della città e del ponte 25 de Abril che congiunge Lisbona ad Almada.

E arrivati all’ultimo giorno, visitate il quartiere di Belem, famoso per la Torre di Belem, il Pedrao dos descrubimentos e per il Mosteiros dos Jeronimos e i giardini colorati.

All’interno del Monastero si trova la cappella dove è sepolto il Vasco de Gama, il celebre esploratore portoghese che per primo navigò fino in India doppiando il Capo di Buona Speranza.

La torre che un tempo era faro e fortezza del porto di Restelo, è ornata di decori dallo stile orientale.

Cosa mangiare a Lisbona?

Se volete assaggiare qualcosa di gustoso, provate le crocchette al baccalà, con i gamberi e al maiale che possono essere condite da ottime salse.

Un secondo di carne di maiale mariata servita con vongole, è il porco à alentejana,

Fra i dolci più sfiziosi, degni di nota sono gli Pastéis de Belem, della Antigua Confetaira de Belem, dolcetti di sfoglia croccante.

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web