Come funziona Eupolia, il social per i viaggi “positivi”

Si chiama Eupolia, sta riscuotendo un discreto interesse, ed è una innovativa piattaforma che permette di consigliare musei, monumenti, ristoranti e altri luoghi di interesse, con una particolarità: finiscono in Eupolia solamente quelle cose che vale la pena di visitare, mettendo così al bando le recensioni negative.

App gratuita per iOS e per Android, Eupolia punta pertanto a raccogliere una community di persone che voglia esplorare e condividere con i propri amici (reali o virtuali che siano) i luoghi più originali e attraenti del vecchio continente, con una predilizione – magari! – per i luoghi meno inflazionati, più particolari, segreti e misteriosi.

Il tutto, con una particolarità: all’interno della piattaforma possono infatti finire solamente espressioni positive: i luoghi indicati e suggeriti nel software sono quelli più belli e attraenti, considerato che non esistono rating negativi che è possibile esprimere in essa. Insomma, Eupolia – almeno sotto questo profilo analitico! – si pone come una sorta di moderno diario dell’esploratore, che voglia indicare la “giusta strada” a chi si appresta a vivere un nuovo luogo, cogliendone le migliori emozioni, e condividendole poi con gli altri.

Ad arricchire tale impulso sono le tante funzioni che è possibile usufruire all’interno di Eupolia. È infatti possibile seguire i consigli di amici e persone che si seguono, creare una lista di desideri dove inserire le località che si vorrebbero visitare, e così via.

“Ogni viaggio, ogni luogo, lascia un mix di emozioni che spesso mi capita di raccontare volentieri raccomandando paesi, luoghi o locali in base proprio alle emozioni che mi hanno lasciato” – ha dichiarato al quotidiano La Repubblica Emanuele Brugnoni, amministratore delegato di Eupolia, aggiungendo che “per questo motivo ho sentito l’esigenza di realizzare uno strumento per scambiare consigli e trovare l’ispirazione per nuovi viaggi. Così è nata Eupolia, per semplificare, ottimizzare e rendere efficace al massimo la condivisione delle informazioni per chi vuole esplorare luoghi non comuni e vivere al 100% il proprio tempo libero”.

Insomma, una idea particolarmente interessante che sta cercando di suscitare il meritato appeal (con successo!) e della quale riteniamo che possa essere il caso di parlare nel breve termine.

E voi che ne pensate? Ritenete che un’idea come quella di Eupolia abbia tutte le carte in regola per attrarre anche le vostre aspettative?

Lascia un commento

Nome *
Email *
Sito web